1. 08:13 16th Jul 2014

    Notes: 11

    Ieri sera pensavo che di quella stagione lì, quella delle notti bianche e dei limoni irresponsabili, dei drammi che duravano lo spazio di uno shottino e degli innamoramenti facili, siamo alla fine sopravvissuti tutti. Mentre il pensiero arrivava alla coscienza, mi sono resa conto della sua falla. Tu non ci sei più, anzi tu hai scelto di non esserci, e non sai che rabbia, ogni volta, sempre

     
  2. 15:15 28th Apr 2014

    Notes: 4

    volevo rassicurare gli anonimi fan di s., dell’s. di cui ho parlato a lungo qui sopra, che mi hanno scritto in privato. s. sta bene (insomma, è vivo e probabilmente in questo momento si sta grattando) e gli ultimi post non parlano di lui. 

    in alto i cuori 

     
  3. 15:03 26th Apr 2014

    Notes: 1

    Anonymous said: Che fine ha fatto S.?

    Spero che sia felice con la vita che ha scelto

     
  4. 12:16 25th Apr 2014

    Notes: 11

    Buon viaggio, in questo giorno di sole. Per un momento, oggi, ho sentito che stavi bene, che eri in pace, che non avresti voluto farci male così. Grazie per quei giorni di fine agosto, per i tuoi ricci e per quella volta, era il 2008 e io qui ero così sola, e tu eri l’unico a prenderti cura di me. E grazie per tutti i sorrisi, e le confidenze, e le cose stupide. Buon viaggio

     
  5. 19:15 5th Apr 2014

    Notes: 20

    La cosa stupida che continuo a pensare in questi giorni è che non ci saranno mai più un sacco di cose. Non ti vedrò più arrivare con addosso magliette dai colori improponibili, non penserò più cose cattive su di te, non rivedrò mai più il tuo tatuaggio, i tuoi ricci, i tuoi occhi. Non avrò più la possibilità di stare in silenzio quando mi parli, non mi dovrò più voltare dall’altra parte quando ti incontro. Non mi passeranno più strani pensieri per la testa quando ci troveremo soli in una stanza (non ci troveremo mai più soli in una stanza), non penserò più con spregio che ho vinto quando ti incontrerò al mercato e tu sarai solo (non ti incontrerò più al mercato). Non dovrò più sbandierarti davanti la mia felicità. Continuerò ad esserla, felice, perché lo so che arriverà un momento in cui non sarai più il primo pensiero ogni giorno. Ma non sarai più qui per osservarla.
    Sarò sempre un po’ arrabbiata, sai, con te. Per come te ne sei andato senza una spiegazione, senza darmi la possibilità di mettere a posto le cose. Che testone che sei stato.
    Spero solo che avessi ragione, quando hai deciso che questo fosse l’unico modo.

     
  6. Anonymous said: sei tornata? :)

    Per poco

     
  7. 09:15

    Notes: 8

    Mi tornano in mente pezzi di passato. Il tuo tatuaggio sul fianco “mi manca chiunque”. Ecco, hai trovato il modo di mancare a tutti, tu.

     
  8. 11:31 1st Apr 2014

    Notes: 2

    (E adesso, da regina dei sensi di colpa inutili, penso solo che non avevo davvero capito un cazzo di te. Mi tengo il melodramma di non aver risposto al tuo ultimo commento malizioso, il senso di irrimediabile di quando ho letto il tuo nome nell’oggetto della mail. Perdonami se puoi per tutte le cose orribili che ho pensato di te)

     
  9. 16:32 3rd May 2013

    Notes: 22

    Tags: per s.

    (Ogni tanto, sempre più di rado ormai, mi capita di leggere una cosa che vorrei condividere con te. Perché è fatta di quel tipo di umorismo nerd che ti farebbe ridere, perché parla di una serie che sapevo amassi o di un regista di cui vedevi tutti i film. In quei momenti lì mi rendo conto che sei forse l’unica persona al mondo di cui io son stata molto innamorata e per cui non provo nessun rancore, verso cui non provo nessuna rivalsa. Spero solo che tu stia bene, che tu sia felice come ho sempre voluto che fossi e che questa avventura nuova che ti è capitata sia bellissima come dovrebbe essere)

     
  10. 17:47 20th Mar 2013

    Notes: 15

    Ho conosciuto la Spora un po’ di anni fa, a Parigi. Mi ricordo che abbiamo bevuto bevuto bevuto e poi lei mi ha detto che avevo i capelli tutti sbagliati e che non sapevo darmi il fard. Per spiegarmi meglio ci siamo messe nel bar, allieva e maestra, a truccarci. Devo ammettere che aveva ragione. L’ho continuata a incontrare, negli anni, sempre un po’ di corsa, e grazie a lei mi è capitato di fare cose fighissime (tipo la giurata dei tacchi, o ricevere in regalo un vibratore, o dormire in un letto a baldacchino affacciato sulla terrazza Mascagni a Livorno). In mezzo ho imparato a camminarci, sui tacchi, ho cambiato taglio di capelli (anche lei, e sta benissimo) e ho iniziato a truccarmi in treno. 

    Due mesi fa l’ho incontrata al volo in un bar di firenze, aveva un libro in uscita e mi fa: prima che esce, lo vuoi il pdf?

    Io l’ho sbirciato, poi l’ho avuto di carta, poi l’ho tenuto lì, prima di leggerlo. Ché leggere i libri degli amici è complicato, loro si aspettano scodinzolanti un giudizio (beh forse la spora no, la spora non scodinzola, la spora critica tutto, e di solito ha ragione) e tu sei lì che non sai cosa dire. 

    Poi c’erano di nuovo i tacchi a firenze, e c’era la Sara, l’illustratrice bravissima che ha illustrato il libro della spora, a fare i disegnini sulle copie e io ho pensato: no ma ti pare che ci vado senza averlo letto?

    Ho scoperto, con un sospiro di sollievo, che non è che la spora gioca a far la scrittrice: la spora è onesta e il libro è come lei. Certo, c’è una storia ma è un po’ tipo la storia della spora che mi insegna a mettermi il fard in un bar del Marais. Ci son mille consigli su come vestirsi, come scegliere le scarpe, come portare i tacchi, come non uccidercisi sopra, come preparare un trolley, come stalkerare un tizio (credo sia la parte su cui ho riso di più). 

    E poi è scritto bene, non sciatto, non banale. 

    E poi ci son dei disegni fantastici. 

    E poi, dietro ogni parola, sembra di vederla, Veronica, che ha una passione e milioni di idee e ci ha costruito sopra un lavoro bellissimo.  

     
  11. 16:37 1st Feb 2013

    Notes: 263

    Reblogged from batchiara

    Quando si desidera qualcosa per lungo tempo, diventa molto difficile smettere di desiderarla, intendo dire ammettere che si preferisce un’altra cosa. L’attesa nutre e potenzia quel desiderio, l’attesa è accumulativa rispetto a ciò che si attende, lo solidifica e lo rende di roccia, e a quel punto rifiutiamo di riconoscere che abbiamo sprecato anni in attesa di un segnale che quando alla fine si manifesta ormai non ci tenta più, oppure ci provoca un’infinita neghittosità rispondere alla sua chiamata tardiva di cui adesso diffidiamo, forse perché non ci conviene muoverci. Ci si abitua a vivere dipendendo dall’opportunità che non arriva, tranquilli in fondo, al sicuro e passivi, increduli in fondo che possa mai presentarsi.
    — Gli innamoramenti - Marìas (via chetusiaperme-ilcoltello)
     
  12. 15:37 12th Dec 2012

    Notes: 25

    Reblogged from cookies4crumbs

    image: Download

    cookies4crumbs:

dove eravamo rimasti? non lo so. procediamo con ordine? no. procediamo così, a ricapitolare il ricapitolabile, prima di procedere forse in maniera più ordinata nell’imminente 2013. 2013 ah ah, maya cose battute basta, non fa più ridere. anyhow, quello che fa ridere è che ho fatto uno scherzetto quando ho detto che di non sapere dove eravamo rimasti: eravamo più o meno qui e da qui ripartiamo. e adesso ridete per il mio scherzetto e sorbitevi tutto il recap episodio per episodio. vi ricordate? arizona era zoppa. nell’ultima immagine della season premier, prima di lasciarci con una foto di mark appena morto, quella grandissima e stramaledetta zoccola di shonda, ci aveva mostrato una donna grassa e senza una gamba, arrabbiata e con i capelli in disordine, arizona appunto, colei che per la legge secondo cui il calzolaio c’ha le scarpe rotte e il dietologo è grasso, s’è sposata un’aggiusta arti e adesso non si aregge fisicamente in piedi. LOL? NO. shonda devi morire e un giorno morirai. che succede nella 9x02? succede che shonda fa ah, scusate, non c’avete capito un cazzo del perché vi ho sminchiato le puntate? mò ve lo racconto, volevo fare questa cosa moderna del prima vi faccio vedere come è finita e poi come ci siamo arrivati. brava shonda, ti sei giocata tutto il pathos. in pratica sei italia uno che sbaglia a mandare in onda le puntate di gilmore gilrls e silvia salemi tutto insieme, brava. comunque cos’è successo sei caduta sei caduta troppo in basso e ora provi a risalire ma è la fatica che non vuoi? esatto. è successo che senza cristina stavano ancora tutti nella foresta a sfamare i due liocorni e scopriamo però che a bere pipì poi si diventa pazzi e particolarmente sensibili all’estetica e dunque succede che si tirano i vasi ai tirocinanti brutti, che l’avrai pagati due spicci, ma sono brutti! che altro? niente. callie è nella sua giornata migliore quindi ammazza una mano e un piede (per delega); arizona giustamente dice a karev se non te ne vai quanto è vero gesùbbbambini mi alzo e ti gonfio; april se ne va per colpa di gesù; l’incapace con il parrucchino non fa un cazzo e infatti non riesce neanche a salutare mark; meredith torna ad essere temuta e rispettata (ancora per poco). continuo?

ci sei molto mancata

    cookies4crumbs:

    dove eravamo rimasti? non lo so. procediamo con ordine? no. procediamo così, a ricapitolare il ricapitolabile, prima di procedere forse in maniera più ordinata nell’imminente 2013. 2013 ah ah, maya cose battute basta, non fa più ridere. anyhow, quello che fa ridere è che ho fatto uno scherzetto quando ho detto che di non sapere dove eravamo rimasti: eravamo più o meno qui e da qui ripartiamo. e adesso ridete per il mio scherzetto e sorbitevi tutto il recap episodio per episodio. vi ricordate? arizona era zoppa. nell’ultima immagine della season premier, prima di lasciarci con una foto di mark appena morto, quella grandissima e stramaledetta zoccola di shonda, ci aveva mostrato una donna grassa e senza una gamba, arrabbiata e con i capelli in disordine, arizona appunto, colei che per la legge secondo cui il calzolaio c’ha le scarpe rotte e il dietologo è grasso, s’è sposata un’aggiusta arti e adesso non si aregge fisicamente in piedi. LOL? NO. shonda devi morire e un giorno morirai. che succede nella 9x02? succede che shonda fa ah, scusate, non c’avete capito un cazzo del perché vi ho sminchiato le puntate? mò ve lo racconto, volevo fare questa cosa moderna del prima vi faccio vedere come è finita e poi come ci siamo arrivati. brava shonda, ti sei giocata tutto il pathos. in pratica sei italia uno che sbaglia a mandare in onda le puntate di gilmore gilrls e silvia salemi tutto insieme, brava. comunque cos’è successo sei caduta sei caduta troppo in basso e ora provi a risalire ma è la fatica che non vuoi? esatto. è successo che senza cristina stavano ancora tutti nella foresta a sfamare i due liocorni e scopriamo però che a bere pipì poi si diventa pazzi e particolarmente sensibili all’estetica e dunque succede che si tirano i vasi ai tirocinanti brutti, che l’avrai pagati due spicci, ma sono brutti! che altro? niente. callie è nella sua giornata migliore quindi ammazza una mano e un piede (per delega); arizona giustamente dice a karev se non te ne vai quanto è vero gesùbbbambini mi alzo e ti gonfio; april se ne va per colpa di gesù; l’incapace con il parrucchino non fa un cazzo e infatti non riesce neanche a salutare mark; meredith torna ad essere temuta e rispettata (ancora per poco). continuo?


    ci sei molto mancata

     
  13. 08:18 7th Dec 2012

    Notes: 984

    Reblogged from mastrangelina

    A volte mi ritrovo ancora a sentirmi triste per cose che non importano più.
    — (Kurt Vonnegut). (via gravitazero)

    (Source: eclipsed)

     
  14. 12:57 4th Dec 2012

    Notes: 2

    coqbaroque said: Oh, comunque, complimenti! Bello il post e bello il premio.

    :) sono una ragazza molto fortunata

     
  15. 12:54

    Notes: 1

    piggyna said: ahahah, ho visto il box della LELO, fantastico! ma la cosa migliore é la carica USB, puoi pure metterci sopra i ppt? ;)

    LOL